Ex grifoni: Miccoli, condanna confermata

140
Per il salentino 3 anni e 6 mesi di carcere per estorsione con aggravante del metodo mafioso 
foto: blogsicilia.it

Per il salentino 3 anni e 6 mesi di carcere per estorsione con aggravante del metodo mafioso

 

Brutta storia quella che vede coinvolto l’ex attaccante del Perugia Fabrizio Miccoli.

La seconda sezione penale della Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso del salentino e ha quindi confermato la sentenza della Corte di Appello di Palermo (risalente al Gennaio 2020) che ha stabilito 3 anni e 6 mesi di carcere per estorsione con aggravante del metodo mafioso.

Miccoli è stato riconosciuto colpevole di avere ottenuto dall’amico Mauro Lauricella, figlio del ‘boss’ Antonino Lauricella, un aiuto per recuperare un credito di 12mila € (investito nella discoteca Paparazzi di Isola delle Femmine) a favore di un ex fisioterapista del Palermo Calcio, Giorgio Gasparini.

Nicolò Brillo