Il Perugia sprofonda in Laguna e va ai play-out contro il Pescara

146

Il Perugia sprofonda in Laguna e va ai playout contro il Pescara. La squadra di Oddo sconfitta a Venezia (3-1). Per la salvezza sfida contro gli abruzzesi ma se il Collegio di Garanzia del Coni restituirà punti al Trapani potrebbe giocarsela con i siciliani

Il Perugia è dentro un incubo da cui non riesce più ad uscire. Nel giorno in cui serviva una vittoria per scongiurare l’ipotesi play-out la squadra di Oddo cade a Venezia e complici i risultati degli altri campi finisce agli spareggi per non retrocedere contro il Pescara (da favorito). Verdetto con riserva, perché nel caso in cui nei prossimi giorni il Collegio di Garanzia del Coni restituirà 1 o 2 punti al Trapani, potrebbe essere la stessa squadra di Castori a disputare lo spareggio salvezza con il vantaggio del campo. Insomma il Grifo è appeso ad un filo, ma la sensazione al di là di sentenze o partite prima in casa e poi in trasferta che il gruppo abbia esaurito ogni energia mentale. Oddo in poco più di una settimana ha provato a dare una sterzata, ma anche a Venezia la squadra si è macchiata dei soliti errori difensivi e dell’ormai cronica sterilità offensiva. I veneti dopo un buon primo tempo, chiuso meritatamente in vantaggio con un gol di rigore di Aramu, hanno concretizzato i tre punti nella ripresa, con un ‘uno-due’ in una dozzina di minuti firmato ancora Aramu e da Capello. Sgarbi con un colpo di testa ha ‘smosso’ il tabellino marcatori biancorosso, ma l’espulsione di Angella, per fallo di reazione, ha definitivamente archiviato ogni speranza di rimonta.

VENEZIA – PERUGIA 3-1 (1-0)

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Lakicevic, Modolo, Ceccaroni, Molinaro (35′ pt Marino); Lollo (20 st Riccardi), Fiordilino (21’ st Zuculini), Maleh; Aramu; Capello, Longo (15’ st Suciu). A disp.:  Pomini, Vacca Jr, Montalto, Zigoni, Monachello, Cremonesi, Firenze. All.: Dionisi

PERUGIA (4-3-3): Vicario; Mazzocchi, Sgarbi, Angella, Falasco; Falzerano (20’ st Capone), Carraro, Dragomir (36’ Nicolussi Caviglia); Falcinelli (11’ st Buonaiuto), Iemmello, Melchiorri. A disp: Fulignati, Albertoni, Nzita, Konate, Kouan , Capone, Righetti, Rajkovic. All.: Oddo

ARBITRO: Francesco Forneau di Roma 1(Di Gioia – Lombardo). IV uomo:  Maggioni di Lecce

MARCATORI: 42′ pt (rig.) e 6′ st Aramu (V), 19’ st Capello (V), 24’ st Sgarbi (P)

ESPULSO al 41’ st Angella (P) per fallo di reazione.