Addio ad un grande uomo di sport: Alfio Branda

106

Addio ad un grande uomo di sport: Alfio Branda. Ci lascia a 93 anni dopo una malattia un grandissimo dirigente sportivo umbro

 Alfio Branda si è spento a 93 anni dopo una lunga malattia. Un dirigente che ha saputo fare della mitezza uno straordinario strumento di governo della vita e dello sport. Di carattere sempre solare e moderato nella sua lunga e intensa carriera da dirigente sportivo, seppur vissuta ad altissimi livelli, Alfio ha dimostrato sul campo con il suo esempio che la quiete ed il riserbo possono essere strumenti altrettanto efficaci nel management sportivo.  Nella sua lunga ed attivissima vita, Alfio Branda si è guadagnato il titolo di Cavaliere del lavoro. È stato presidente del Comitato Regionale Umbria dal 1965 al 1982, ma anche vice presidente del Settore Giovanile e Scolastico Nazionale e presidente dell’allora Comitato per l’Attività Interregionale (Serie D) oltre che vice presidente della Lega Nazionale Dilettanti. Ma non solo il calcio lo ricorderà: Alfio Branda è stato anche presidente del CONI provinciale di Perugia, oltre che presidente regionale della Federazione Pugilistica e di quella di Bocce, e, ancora, cronometrista e giudice di gara della FIDAL. Impegnato anche in politica, fino ad essere consigliere della Regione Umbria. Un vero e proprio punto di riferimento e un esempio da seguire, non solo per l’intero movimento sportivo, ma anche per la società civile.

Luca Fiorucci