Grifo, che amarezza: il Chievo passa in zona Cesarini

281
Grifo, che amarezza: il Chievo passa in zona Cesarini. Due gol nel finale castigano gli uomini di Cosmi dopo una prova di cuore e sacrificio. Espulso Falasco

Grifo, che amarezza: il Chievo passa in zona Cesarini. Due gol nel finale castigano gli uomini di Cosmi dopo una prova di cuore e sacrificio. Espulso Falasco

Fino all’89esimo stava andando tutto secondo i piani. Il Perugia, nonostante le numerose assenze, ridisegnato dalla sapiente mano di Serse Cosmi, aveva portato avanti il match sullo 0-0 con una buona prova di carattere andando anche vicino alla rete del vantaggio. Poi un cross velenoso dalla destra costringe Vicario agli straordinari, ma sulla respinta, a porta vuota, il subentrato Ceter di testa fa 1-0. Nel recupero arriva anche un rigore per i clivensi, trasformato da Meggiorini. Ciò che fa più arrabbiare è però l’espulsione di Falasco arrivata proprio sul triplice fischio per proteste eccessive. L’uomo del fiume parte così con un’amarissima sconfitta.

CHIEVO – PERUGIA 2-0 (0-0)

CHIEVO (4-3-1-2): Semper; Frey, Leverbe, Cesar, Cotali; Giaccherini (36′ st Esposito), Segre, Obi; Vignato (10′ st Garritano); Djordjevic (19′ st Ceter), Meggiorini. A disp.: Nardi, Pavoni, Rigione, Brivio, Esposito, Bertagnoli, Zuelli, Colley, Pucciarelli. All.: Marcolini

PERUGIA (3-5-2): Vicario; Sgarbi, Carraro, Falasco; Mazzocchi, Falzerano, Konate (37′ st Angella), Dragomir (25′ st Balic), Nzita; Falcinelli, Buonaiuto (40′ st Capone). A disp.: Fulignati, Albertoni, Righetti, Nicolussi Caviglia, Kouan, Liljedahl. All.: Cosmi

RETI: 89′ st Ceter (C), 95′ st su rig. Meggiorini (C)

ARBITRO: Riccardo Ros di Pordenone (Dei Giudici – Raspollini). IV uomo: Matteo Gariglio di Pinerolo

NOTE: Ammoniti: 26′ pt Cotali (C), 34′ pt Cesar (C), 43′ st Djordjevic (C), 8′ st Falasco (P), 15′ st Falcinelli (P), 20′ st Garritano (C), 48′ st Vicario (P). Espulsi: 51′ st Falasco (P). Angoli: 4-3. Recupero: 1′ pt – 5′ st

Nicolò Brillo