Il Dott. Boranga: “Ora mi tuffo sul divano”

184
Il Dott. Boranga:

Il Dott. Boranga: “Ora mi tuffo sul divano”. Il 77enne ex portiere di Perugia e Cesena: “Preoccupato ma per la mia famiglia, se mi prende il virus me lo mangio. Ora faccio sport nel balcone”

Il Dott. Lamberto Boranga, 77enne ex portiere di Perugia, Cesena, Reggiana, Parma e molte altre, non perde il suo spirito sportivo e battagliero nonostante l’emergenza da Coronavirus.

“Sto bene, mi alleno a casa e non esco. Ma se mi arriva addosso il virus deve stare attento, me lo mangio… – afferma con ironia a La Nazione – Mi tuffo spesso sul divano per restare in forma. Ho già il contratto pronto per la prossima stagione e voglio farmi trovare pronto (scherza, ndr). Bilancieri, elastici, non mi manca nulla. Con le belle giornate faccio sport nel terrazzo di 60 metri quadrati, mentre a volte scendo anche in garage a fare una corsetta. Lo spazio c’è, circa 50 metri, la gente no.

Sulla situazione critica che sta vivendo il paese “Bongo” non nasconde però un po’ di preoccupazione.

“Sono solo preoccupato per mia moglie che è una santa donna, per mia figlia che fa il medico e lavora a Castiglione del Lago, e per mio figlio che è andato a vedere la partita Atalanta-Valencia a Milano. Ora è a chiuso a casa sua e non viene a trovarmi. L’isolamento è una scelta giusta. Questa è la partita più importante e dobbiamo vincerla a tutti i costi”.

Sulla possibilità che il calcio possa riprendere Boranga, per il momento, è un po’ pessimista.

“Oggi non si può parlare di calcio. Troppi morti, tanta gente che sta male. Hanno fatto bene a fermare i campionati, anzi dovevano farlo prima. Non penso che riprenderanno. Ora comunque bisogna prima superare la fase critica, poi si potrà pensare a giocare”.

Nicolò Brillo