Il Perugia affianca un “tattico” a Breda

441

Il Perugia affianca un “tattico” a Breda. Giulio Peruzzi, ex secondo di Paolo Indiani, è già al lavoro. Questione-portieri: Mazzantini con i convocati, Vecchini segue Rosati?

Neanche il buon pareggio di Parma è servito per creare un po’ di tranquillità intorno a Roberto Breda. Il tecnico scelto da Santopadre per sostituire Giunti continua a rimanere sotto la lente di ingrandimento della dirigenza e la gara di Palermo diventa l’ennesimo esame da superare per proseguire l’avventura in biancorosso. Nell’attesa, la società ha affiancato a Breda un “tattico”. Si tratta di Giulio Peruzzi, ex secondo di Paolo Indiani e già passato per Perugia nelle fugaci apparizioni del tecnico toscano. Peruzzi, che in passato ha allenato tra le altre Orvietana e Sansovino (da primo tecnico), sta già lavorando da giorni, anche se manca la sua ufficializzazione. Stesso discorso per Andrea Mazzantini, diventato titolare nel ruolo di preparatore dei portieri, con Vecchini a cui sembra sia stato affidato il ruolo di seguire il solo Rosati. Sempre che la società non decida di privarsi di Vecchini entro fine mese.

In sostanza, la dirigenza del Perugia sta mettendo tutti i tasselli a posto per creare uno staff della “società”, con cui impostare un lavoro da integrare con quello dall’allenatore e dei suoi collaboratori. A tale proposito non mancano le indiscrezioni. La più gettonata, nelle ultime ore, è quella che prevede il ritorno di Federico Giunti, in caso di esonero di Breda, con uno staff già pronto: Mazzantini, Peruzzi, Ciampelli e Sdringola.