Pisa – Perugia: Top e Flop

349

Pisa – Perugia: Top e Flop. Sempre e solo Vicario a salvarsi, per la scelta dei peggiori c’è l’imbarazzo della scelta

Top e Flop di Pisa-Perugia. A cura di Nicolò Brillo

TOP

VICARIO: Come al solito l’unico che eccelle veramente tra i grifoni è il portiere. E questo dato, che si è ripetuto più volte quest’anno, diventa alquanto allarmante. Salva dopo la “scempiaggiane” di Rajkovic che regala la sfera dentro l’area di rigore. Poi sul tiro dell’ex Vido nulla può.

FLOP

RAJKOVIC: Senza i super interventi di Vicario il Pisa avrebbe segnato ben prima grazie al suo errore in impostazione. Ancora fuori forma e in generale troppo lento.

DI CHIARA: Troppi errori non da lui. Non dà quell’apporto, anche in fase di spinta, che sarebbe lecito aspettarsi da lui.

ROSI: Attualmente è solo la controfigura del calciatore professionista che è stato (eufemismo). Spesso la sua marcatura salta, gli avversari che si trovano dalle sue parti hanno quasi sempre vita facile. Poco meglio quando nel finale prova a farsi vedere dalla trequarti in sù.

BUONAIUTO: Impalpabile. Dopo la buonissima prestazione contro l’Empoli scompare di nuovo. Lampadina ad intermittenza.

Le pagelle del Perugia

Vicario 6,5; Rosi 4,5, Sgarbi 4,5, Rajkovic 4,5, Di Chiara 4,5; Kouan 5 (21′ st Falcinelli 5), Carraro 4,5, Dragomir 5; Mazzocchi 5,5, Melchiorri 5,5, Buonaiuto 4 (12′ st Capone 5). All.: Cosmi 5

Le pagelle del Pisa

Gori 6; Birindelli 5,5 (17′ st Belli 6), Caracciolo 6, Benedetti 6, Pisano 6; Gucher 6,5, Marin 6, De Vitis 6; Vido 7 (21′ st Siega 6); Masucci 6, Marconi 6 (29′ st Fabbro 5). All.: D’Angelo 6