Tra i titolari si salva solo Verre. Han dentro troppo tardi

472

Tra i titolari si salva solo Verre. Han dentro troppo tardi. Tante le insufficienze nel ko interno del Perugia contro il Verona

Le pagelle di Perugia – Verona a cura di Danilo Tedeschini 

GABRIEL 5,5 – Incolpevole sul secondo gol, sul primo continua a rimanere impalato tra i pali fidandosi troppo della copertura di testa dei compagni che, come spesso accaduto quest’anno, anche stavolta non c’è.

ROSI 5 – La condizione non è quella ideale e si vede. Manca in fase di spinta e soffre la vivacità di Lee in fase di contenimento. a.

FALASCO 5,5 – Subentra nel finale senza incidere, nel bene e nel male. Butta in curva una punizione sballando completamente il cross.

GYOMBER 5 – Prestazione confusionaria. Provoca un rigore su Dawidovicz ma, per fortuna, l’arbitro fischia una simulazione inesistente.

SGARBI 5,5 – Meglio del compagno di reparto ma anche lui non ripete la buona prestazione offerta contro la Salernitana.

MAZZOCCHI 5 – Non è un sinistro e si vede. Soffre Faraoni anche perchè Dragomir lo aiuta poco. Meglio quando con l’uscita di Rosi è stato riportato a destra, nel suo ruolo naturale.

FALZERANO – 5,5 – Brutto primo tempo, si riscatta nella ripresa con un paio di di cross insidiosi dal fondo e un maggiore dinamismo. Inizialmente lo avremmo visto meglio a ruoli invertiti con Kingsley.

CARRARO 5 – Un passo indietro rispetto alle due gare iniziali, è spesso messo in mezzo dall’ottimo palleggio degli scaligeri. Si fa colpevolmente anticipare di testa da Bianchetti in occasione del primo gol.

DRAGOMIR 5 – Anche lui soffre il pressing alto del centrocampo avversario e assiste poco Mazzocchi, in balia di Faraoni sulla fascia di competenza.

KINGSLEY 5 – Il peggiore in campo, ma non solo per sua colpa, visto che Nesta lo impiega a sorpresa fuori ruolo, accanto a Verre, nell’inedito “albero di Natale” biancorosso.

HAN 6 – Il suo tardivo ingresso riaccende il Perugia con il suo dinamismo. Nesta ha detto che non aveva i novanta minuti ma se fosse entrato dopo l’intervallo, sullo zero a zero, chissà…

VERRE 6,5 – Partita leggermente sottotono impreziosita, però, da un altro gol dei suoi, il decimo, di pregevolissima fattura. Ha classe e piedi da massima serie e non lo scopriamo stasera.

MELCHIORRI 5 – Un Melchiorri così spento non lo avevamo mai visto. Colpa anche del fatto di essere stato lasciato troppo isolato là davanti a dover lottare contro gli strutturati difensori avversari.

VIDO s.v.

NESTA 5 – Che non avesse inizialmente scelto né Han, né Vido lo avevamo intuito e anche detto in sede di presentazione ma pensavamo con Falzerano avanzato e Kingsley a centrocampo. Invece succede il contrario e il Perugia paga pesantemente pegno, nonostante i cambi tardivi.

VERONA: Silvestri 6, Bianchetti 7, Empereur 6, Dawidowicz, 6,5, Balkovec, 6,5, Faraoni 6,5, Henderson, 6,5 (Tupta s.v), Gustafson 6, Lee 6 Di Carmine 6, (Pazzini 6) Laribi 6 (Danzi 6). All. Grosso