Paradiso, Inferno, Purgatorio… Qualche precisazione

196
I motivi del passaggio di Balata da 0 a 5

I motivi del passaggio di Balata da 0 a 5

 

Come avete certamente osservato abbiamo apportato qualche variazione all’ultima edizione di “Paradiso-Purgatorio-Inferno di Dan.Te”, pubblicata ieri.

Questo perché l’Ufficio Stampa della Lega di B ci ha gentilmente messo a conoscenza di alcune decisioni riguardanti la partecipazione dei giocatori della Serie B italiana ai mondiali del Qatar.

Prima di tutto che la decisione era stata condivisa all’unanimità dalle squadre di B, già nel mese di Giugno, all’indomani dell’eliminazione dell’Italia e che erano altresì tutte d’accordo a giocare regolarmente le partite senza dover rinviarle per non ingolfare il calendario con turni infrasettimanali in più, durante i quali  il rischio di infortuni per i giocatori è maggiore.

Quanto al turno infrasettimanale, piazzato giovedì 8 Dicembre, durante la disputa dei Mondiali, è stato fatto di proposito per dare più visibilità al campionato cadetto che, secondo i dati forniti da Sky, proprio nell’ultimo turno, quello del weekend del 3 e 4 Dicembre, ha stabilito il nuovo record assoluto di ascolti per quanto riguarda la Serie B.

Venuti a conoscenza di tutto questo e accertate, quindi, le minori responsabilità della Lega di B al riguardo, abbiamo deciso  di modificare il voto assegnato al Presidente Mauro Balata da zero a cinque, pur restando sempre convinti, comunque, che la vicenda Mondiali per le ragioni che abbiamo spiegato nelle motivazioni del voto, possa aver, comunque, influito sull’esito di alcune partite, augurandoci che in un prossimo futuro tutte le squadre possano giocare con il miglior organico a disposizione, al di là di infortuni e squalifiche, che è una delle regole principali di questo appassionante gioco.

5- (extra classifica) Mauro Balata

Che qualche giocatore della Serie B come Karadzic del Brescia con l’Australia, Glik del Benevento con la Polonia e, soprattutto, Cheddira del Bari, capocannoniere del torneo cadetto, con il Marocco, sarebbe andato ai mondiali lo si sapeva da tempo, come che la Serie B, a differenza della Serie A, non si sarebbe fermata. E allora perché l’avv. Balata, presidente della Lega di B, non ha rinviato al 2023 le gare di campionato di queste tre squadre? Così il campionato risulta più nebuloso, con Brescia e Benevento che hanno dovuto fare a meno dei loro giocatori per due gare, due solo perché tra ieri e l’altro ieri Australia e Polonia sono state eliminate, ma con il Bari che, invece, dovrà fare a meno del proprio attaccante anche giovedì (il Marocco giocherà, infatti, il suo ottavo contro la Spagna martedì) quando La Lega di B ha addirittura piazzato uno dei rari turni infrasettimanali proprio durante i mondiali. Risultato? Il Brescia in queste due gare ne ha vinta una persa una, il Benevento ha fatto un solo punto in due partite e il Bari, che segnava gol a grappoli con Cheddira in campo, ha totalizzato solo due pareggi, segnando solo un gol su rigore. Per non parlare poi di squadre tipo il Perugia, che ha giocato, perso e subito due gol da Cheddira, mentre, ad esempio, il Como, come il Perugia in lotta per la salvezza, stava per battere il Bari orfano di Cheddira senza il rigore fischiatogli contro al novantesimo. Per la regolarità del torneo di B non è stato il massimo e forse  sarebbe bastato veramente poco per evitarlo. Peccato, avvocato!

Danilo Tedeschini  (Dan.Te.)