Il Comune di Perugia punta sulla ripartenza dello sport: eventi gratuiti al Santa Giuliana

98

Il Comune punta sulla ripartenza dello sport: eventi gratuiti al Santa Giuliana. La Giunta ha approvato la proposta dell’Assessore Clara Pastorelli. Zero costi per associazioni e società nei cinque eventi che animeranno l’impianto tra maggio e giugno, compresa la Grifonissima

L’Amministrazione comunale di Perugia si pone dunque a sostegno dello sport, con l’obiettivo di superare le difficoltà del momento legate alla diffusione del Covid-19, dando la possibilità agli atleti di riprendere l’attività agonistica sostanzialmente bloccata da ormai un anno. La Giunta ha approvato la proposta dell’Assessore allo Sport Clara Pastorelli di concedere gratuitamente l’utilizzo dello Stadio Santa Giuliana alle società e associazioni che a partire dall’8 maggio animeranno l’impianto con diverse manifestazioni di carattere territoriale e nazionale.

Nel  prossimo fine settimana (8-9 maggio) si terranno nello storico impianto cittadino, il Meeting valido per il Campionato di Società, il Gran Prix Velocità e Ostacoli e il Gran Prix Salti, manifestazioni organizzate dal Comitato Regionale FIDAL in collaborazione con il Comitato Santa Giuliana. Il 16 maggio, invece, sarà il giorno della Grifonissima. Tra fine maggio e metà giugno, di nuovo protagonisti il Comitato Regionale FIDAL e il Comitato Santa Giuliana per il Campionato regionale Individuale Assoluti, il Campionato Regionale prove multiple cadetti e il Gran Prix Velocità e Ostacoli (29-30 maggio) e il Campionato Staffette e Gran Prix Salti (16 giugno). Chiaramente tutte le manifestazioni si svolgeranno a porte chiuse e nel pieno rispetto delle normative sull’emergenza sanitaria in corso.

“L’Amministrazione comunale – dichiara l’Assessore Pastorelli – crede nello sport e nella possibilità di sostenerlo in questa fase così difficile, dopo un lungo stop causato dal Coronavirus. Un aiuto concreto, quello che verrà dato a società, associazioni e federazioni, con l’obiettivo di stimolare gli atleti, bambini e ragazzi e tutti gli appassionati nel tornare a praticare le discipline preferite, in questo caso legate al mondo dell’atletica”.