Perugia – Cagliari: Top e Flop

1128
Inutile sparare sulla croce rossa. Sul banco degli

Inutile sparare sulla croce rossa. Sul banco degli “imputati” tecnico e presidente

 

TOP

FLOP

CASTORI: Formazione iniziale ancora sotto la lente d’ingrandimento: possibile che, aldilà della pochezza tecnica dell’attacco, non si possano schierare due punte pure? Ma aldilà di questo è ormai chiaro che la sua gestione non ha dato tranquillità e fiducia in questo finale di campionato ad una squadra in balia degli eventi e degli avversari. La matematica, che non è un’opinione, ancora tiene a galla il Perugia. Ma la media punti è quella lì, ben espressa dal nostro giornalista Tedeschini in quel di Ferrara. Discutibile la scelta di non accettare domande a fine gara in sala stampa.

SANTOPADRE: Entra direttamente l’amministratore unico del Perugia nei flop. Paga il massimo responsabile di questa situazione, inutile stare a commentare gli errori tecnici dei vari Rosi, Sgarbi, Olivieri…etc. La C diretta sembra ora l’ipotesi più probabile. Ci auguriamo di non dover commentare un Santopadre come primo presidente nella storia del Perugia a retrocedere per due volte sul campo dalla B alla C… Dal plebiscito di consensi post promozione del 2014 ad un’intera Curva che canta continuamente cori di contestazione verso la sua figura. Come cambiano i tempi…

Le pagelle del Perugia

Furlan 5 (39′ pt Gori 5), Rosi 4 (1′ st Sgarbi 4), Iannoni 5, Olivieri 5 (26′ st Ekong 5), Luperini 5 (1′ st Di Carmine 5), Curado 5, Lisi  5 (26′ st Cancellieri 5), Casasola 5, Santoro 5, Kouan 5, Struna 4,5. All.: Castori 4