Busto Arsizio fa un sol boccone della Bartoccini

70
L'ex Montibeller e compagne vincono agevolmente per 3-0 contro le perugine 

L’ex Montibeller e compagne vincono agevolmente per 3-0 contro le perugine

 

La Bartoccini Fortinfissi Perugia cede 3-0 (25-17, 25-14, 25-19 i parziali) in casa della E-Work Busto Arsizio in una gara mai sembrata in discussione.

CRONACA

Il primo set parte con Busto subito combattiva, trascinata dai Omoruyi e Degradi tanto da indurre Bertini al time-out sul 7-2. Le umbre iniziano a farsi vedere e riducono il gap fino al 9-6 ma poi la formazione bustocca preme nuovamente sull’acceleratore con i muri di Olivotto e sul 14-7 Perugia chiama ancora lo stop. Le padrone di casa sono in controllo e mantengono il margine senza problemi e sul finale la specialista dai nove metri Monza sigla l’ace del 25-17 con l’aiuto del nastro.

Nel secondo set l’avvio è differente, Perugia risponde punto su punto fino al 6-6 poi Olivotto torna a fare la differenza e porta le sue compagne sul 10-7, le umbre non ci stanno e provano a recuperare arrivando fino all’11-10 con l’ace di Polder ma l’aggancio non riesce e Busto riprende a mettere margine, quando Degradi realizza l’ace del 14-10 Bertini ricorre al time-out, al rientro Degradi sbaglia il servizio ma subito dopo il gioco a muro delle bustocche torna a dettare legge con la solita Olivotto e sul 17-12 allora se ne va anche il secondo time-out per Guerra e compagne. Stavolta non c’è inversione di tendenza e Busto aumenta il margine fino al 25-14 realizzato da Montibeller.

Parte altalenante il terzo set con la E-Work subito incisiva che va sul 6-2, le umbre non ci stanno e tornano in quota fino al 7-6, le padrone di casa provano ancora l’allungo con la solita Olivotto e sul 12-8 Bertini chiama lo stop. Ci vuole tempo ma la Bartoccini-Fortinfissi comincia a ridurre il gap con Lazic Polder e Guerra, Musso vuole parlare con le sue ragazze allora e sul 19-16 chiama il time-out, la tendenza s’interrompe dopo una dubbia interpretazione arbitrale che regala il punto del 19-17 a Busto dopo il tocco dell’asta di Omoruyi. Il resto dei punti invece è tutta farina delle padrone di casa con la neo entrata Stigrot a mettersi in mostrafino al 24-19 del match-point anche se poi a mettere il sigillo finale è l’ex Rosamaria Montibeller che direttamente dai nove metri conclude 25-19 e 3-0 il match.

INTERVISTE

Nel dopo  gara le parole di Martina Armini.

“Stasera non siamo entrate in partita, ci sono stati momenti in cui abbiamo giocato alternati da momenti in cui non abbiamo dato il massimo, dobbiamo lavorarci su perché in questo momento dobbiamo prendere più punti possibile perché ci servono ed in partite come questa dobbiamo mostrare il carattere. Ci è mancato qualcosa dal punto di vista caratteriale perché sul lato tecnico eravamo pronte. Ora abbiamo due settimane per lavorare e preparare la partita difficile che avremo quando torneremo in campo”.

Per le bustocche le parole della centrale Rossella Olivotto.

“Ci tenevamo molto a riscattare la brutta prestazione dell’andata e ci siamo riuscite nel migliore dei modi: non era una partita facile oggi perchè il ricordo del match di Perugia era ancora vivo in noi, ma la squadra è stata bravissima: abbiamo spinto tanto al servizio, pur essendo un po’ fallose, riuscendo molto spesso a infastidire la ricezione avversaria. Anche il muro-difesa ha fatto un ottimo lavoro e questo ci ha portato alla vittoria. I tanti muri? Abbiamo studiato molto bene l’avversario e questo ci ha consentito di essere sempre nelle giuste posizioni”.

E-WORK BUSTO ARSIZIO – BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA 3-0

Set: 25-17, 25-14, 25-19

E-WORK BUSTO ARSIZIO: Lloyd 2, Omoruyi 12, Olivotto 10, Montibeller 13, Degradi 13, Zakchaiou 9, Zannoni (L), Stigrot 2, Monza 1, Battista, Colombo. Non entrate: Lualdi, Bressan (L). All.: Musso

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Santos 2, Guerra 6, Nwakalor 4, Lazic 6, Gardini 4, Polder 8, Armini (L), Rumori, Provaroni, Avenia, Galic. N.e.: Calvelli. All. Bertini

Arbitri: Braico – Armandola

Spettatori: 1885
Durata set: 23′, 22′, 30′; Totale: 75′
MVP: Degradi